Montecitorio Wrestling Federation /6

[Puntate precedenti: 123 – 4 – 5]

di Matteo Pascoletti

Un lottatore che desideri un brillante avvenire, oltre al fisico e alla tecnica, deve sviluppare la mic skill, la capacità di parlare al microfono. Nella finzione del wrestling (kayfabe) le rivalità richiedono infatti i combattimenti sul ring, ma non sono sufficienti a creare una storia che spieghi per quale motivo i due wrestler vogliono combattersi e mostri al pubblico chi è il buono (face) da tifare. Servono dunque segmenti di vario tipo in cui i lottatori coinvolti nella rivalità parlano al microfono. Oltre a classiche interviste, ci sono i promo, segmenti registrati in cui il wrestler fa proclami di vario tipo, a seconda della gimmick: leggendari i grotteschi promo di Ultimate Warrior in cui il lottatore sproloquiava a tutta enfasi, blaterando a proposito di forze sovrannaturali, divinità di incerta natura e spiriti di antenati, inserendo qua e là il nome dell’avversario di turno. Oppure ci sono gli angle, confronti verbali sul ring che di solito si concludono con tafferugli, o assalti a tradimento da parte di un wrestler di allineamento heel, utili per far salire l’attesa e il coinvolgimento del pubblico (hype) verso il futuro match. Un tipico particolare di segmento, quasi uno show nello show, è riservato ai wrestler con la miglior mic skill, veri e propri animali da palco in grado di calamitare col proprio istrionismo e la parlantina l’attenzione di un’intera arena. Questi segmenti simulano sul ring dei veri e propri talk show, dove il wrestler intervista altri personaggi della federazione, oppure fa dei lunghi siparietti in cui arringa il pubblico. Sono segmenti con nomi accattivanti e cool, dove il ring è arredato con alcuni accorgimenti scenografici per sembrare uno studio televisivo. Un classico esempio è il Peep Show condotto da Christian, che nel video vediamo confrontarsi con Batista.

– Amici e amiche della Montecitorio Wrestling Federation, è il vostro Jo Chrucian che vi saluta e vi da il benvenuto a questa nuova, rutilante puntata di MWF Planet! Accanto a me, come sempre, c’è Dave Patentz.
– Salve a tutti!
– Inizio col botto, qui alla Montecitorio Arena, come potete vedere dalle immagini: è tempo di Public Service, lo show del Reverendo Mike Sanctorum!
– Esatto Jo, sento che stasera ne vedremo e ne ascolteremo delle belle, a partire dai coristi che come sempre introducono lo show del Reverendo…
– Molto ispirata la loro esibizione, Dave.
– Questa sì che è musica per le masse! Ma ecco The Golden Share, The People’s voice, sì, proprio lui: il Reverendo Mike Sanctorum!
– E il Reverendo è accompagnato da due compagni di stable, El Travajo e la bellissima Innocent G, protagonisti la scorsa settimana del main event che ha visto El Travajo perdere in maniera dubbia contro Alexander San Lust.
– Ricordo a chi si fosse perso la puntata precedente che si è trattato di un Sentence on a Pole Match con in palio la sentenza per il processo di King Bunga, che dopo la vittoria del Vampiro San Lust risulta prescri…
– Prosciolto, Dave, prosciolto!
– Scusa Jo, hai ragione… è che ancora mi confondo.
– Ecco intanto il Reverendo Mike Sanctorum salire sul suo pulpito, pronto a catechizzare la folla!
– Sono proprio curioso di sapere che cos’ha da dire, Jo!
– Speriamo solo non arrivi un sermone di El Travajo, io non li sopporto più!

Reverendo Mike Sanctorum: «Vox populi vox Dei, fratelli e sorelle! Anche stasera sono qui per soddisfare la vostra sete di verità e spettacolo!… [Il pubblico esulta. Braccia che alzano cartelli, partono cori di incitamento]… Sono qui, insieme a sorella Innocent G e fratello El Travajo per quello che è successo la settimana scorsa, per l’incontro che ha visto El Travajo, il Tornado Messicano [Il pubblico scandisce il nome di El Travajo, che appare dolorante, il Reverendo si ferma in attesa che il pubblico plachi il proprio entusiasmo]… sì, per l’incontro che ha visto El Travajo perdere per colpa degli imbrogli di Dani Saint e Alexander San Lust! [il pubblico fischia, si sente qualche insulto contro Dani Saint]… Rivediamo le ultime fasi di quel colossale imbroglio che è andato in onda la settimana scorsa, miei cari fratelli e sorelle. Rivediamolo, perché a essere ingannato non è stato il Sancta Sanctorum… questo potremmo accettarlo, fa parte della contesa. Quello che non possiamo e non dobbiamo accettare, cari fratelli e sorelle, è che a essere ingannati siate stati voi! In verità vi dico, che tutti siamo stati ingannati, fuori e dentro il ring!»

– Andiamo! Allora devi pure dire che Innocent G ha fatto casino, è stata lei a far perdere El Travajo! Paga le tasse, Reverendo! Paga le tasse, e meno cazzate!
– Jo, che cosa dici? Le immagini parlano chiaro, calmati!
– Ma chiaro che? Cosa? Calmo di che? Innocent G è entrata per interferire proprio come Dani Saint. Pari e patta, Dave. A Reverendo, come se dice… stacce!

[Mentre Jo e Dave parlano, la regia mostra il maxischermo dell’arena dove sono proiettate le ultime fasi dell’incontro avvenuto la settimana precedente tra El Travajo e Alexander San Lust. Il pubblico fischia mentre le immagini mostrano Alexander San Lust spruzzare sangue contro El Travajo, accecandolo. I fischi aumentano mentre San Lust va a prendere la valigetta, vincendo così il match]

Reverendo Mike Sanctorum: «Avete visto? No, fratelli e sorelle, non vi preoccupate… come potete vedere il vostro e nostro amatissimo Tornado Messicano sta bene, per sicurezza abbiamo anche effettuato tutte le analisi del caso, quindi niente epatiti o malattie veneree. Sapete com’è, dentro la bottiglia poteva esserci il sangue di Dani Saint! [risate del pubblico]… ma non è per questo che siamo qui, stasera! In verità, in verità vi dico, fratelli e sorelle: abbiamo visto il contenuto della valigetta aperta dall’empio San Lust, ma le altre? Noi non abbiamo visto il contenuto delle altre, fratelli e sorelle! Perché? Me lo sapete dire?»
Innocent G: «Eppure, Reverendo…»
Reverendo Mike Sanctorum: «Mike… ti prego, chiamami Mike»

Innocent G: «Eppure… Mike, il pubblico avrebbe desiderato vedere il contenuto delle altre valigette. Lo conferma il sondaggio che abbiamo lanciato in questi giorni sulla pagina ufficiale del Sancta Sanctorum. Vediamo sullo schermo il risultato…[Sul maxischermo dell’arena appare il sondaggio menzionato da Innocent G. Il sondaggio dice: “Avreste voluto vedere il contenuto delle altre valigette?”. I “Sì” sono il 99%].»

– Oddio ancora i sondaggi… ma basta!
– Jo, come dice il Reverendo, “vox populi vox Dei”, la voce del popolo è la voce di Dio.
– Sono ateo, Dave!
– Ok, non sarà proprio la voce di Dio, però come minimo è la voce degli inserzionisti pubblicitari, no? Se il pubblico dice così, la federazione ne deve tenere conto.
– È fuffa, Dave! Fuffa! Effe u effe effe a! Che si fa? Torniamo indietro nel tempo? Eh?

Reverendo Mike Sanctorum: «Cari fratelli e sorelle, in verità vi dico, noi non possiamo più sapere quale fosse il contenuto. E voi, e nemmeno noi del Sancta Sanctorum, vogliamo certo sollevare dubbi sull’arbitro, sulla MWF o addirittura sul General Manager George Napo. Queste sarebbero azioni degne della Pornocracy of Liberty [fischi del pubblico]. Ma in verità vi dico, questa è una ripresa che siamo riusciti a ottenere la settimana scorsa, dallo spogliatoio dell’arbitro…»

– Cosa?
– Uno scoop, Jo! Clamoroso alla Montecitorio Arena, amici! Uno scoop del Sancta Sanctorum!

[Sul maxischermo si vedono le immagini riprese da una telecamera nascosta, che inquadra parte dello spogliatoio dell’arbitro. Si vede l’arbitro Flohris entrare con le quattro valigette, sistemarle sul tavolo, e andarsene]

– Be’? E allora?
– Aspetta, Jo.
– Aspettare cosa? Di vedere se l’arbitro Flohris tiene riviste porno sul tavolo?

[Il maxischermo continua a trasmettere il filmato della telecamera nascosta. La porta dello spogliatoio viene aperta di corsa da un uomo con un impermeabile nero e il volto coperto da un cappello. L’uomo apre velocemente le valigette. A uno a uno prende i fogli con stampato il nome del verdetto, li piega e se li mette in tasca. Attraverso i fermo immagine il Reverendo rivela l’unica scritta che troneggia su ciascun foglio: “PROSCIOLTO”. Il pubblico nell’arena, intanto, fischia, protesta, grida insulti. Oggetti vengono lanciati all’indirizzo del maxischermo. La protesta aumenta a ogni fermo immagine. Alla fine del crescendo l’arena scandisce più volte un’unica parola: “rematch!”. Intanto le immagini proseguono: si vede l’uomo misterioso sostituire i fogli nelle valigette. Ora i fogli hanno scritte differenti: “ASSOLTO”, “PRESCRITTO”, “PROSCIOLTO”, “COLPEVOLE”].

– Opporcamiseria, Jo! Vedi? Vedi? E chi se lo aspettava?
– Dave, può averli messi chiunque i fogli, persino lo stesso Reverendo! Il filmato non prova nulla! Potrei essere stato io! O tu!
– Jo non mi diventare complottista, per favore! Quando mai il Reverendo potrebbe fare una cosa del genere, eh?
– Ma è un filmato, parziale, Dave. Voglio sapere chi ha messo i fogli nelle valigette prima dell’incontro, allora. Chi è stato, eh?

Reverendo Mike Sanctorum: «Fratelli e sorelle, capite? Il misterioso Uomo in Nero ha truccato l’incontro. Alla luce di quanto visto, possiamo noi continuare a dire che King Bunga è stato prosciolto? [Il pubblico grida “no!”]… vox populi vox Dei, fratelli e sorelle! Ma c’è di più, fratelli e sorelle. Sì! C’è di più! Pochi giorni fa nella mia cassetta postale è stato depositato una busta anonima. Dal timbro sulla busta ho visto che risale al giorno precedente la puntata della settimana scorsa. All’inizio temevo si trattasse delle solite minacce da parte di qualche debosciato suddito di King Bunga. Poi ho aperto la busta! [El Travajo passa al Reverendo una busta aperta. Il Reverendo infila la mano nella busta ed estrae un Dvd-rom. Il pubblico è ammutolito dallo stupore]… Ecco, fratelli e sorelle! Io, fratello El Travajo e sorella Innocent G abbiamo già visionato il contenuto, e vista la sua importanza vogliamo condividerlo con voi, proprio ora, qui, stasera! [il Reverendo Mike Sanctorum infila il Dvd in una fessura del pulpito, che evidentemente ha incorporato un lettore. Partono le immagini sul maxi-schermo].

– Ma cos’è? Non si vede una mazza!
– Aspetta Jo, sembra un ufficio… o è una camera d’albergo? Guarda! Quello è The Professor!
– Non si sente, cos’è questo rumore di sottofondo?
– Il segnale è disturbato… Oddio! Chi è? Chi è quello, Jo?
– Non so, Dave, da come è vestito sembrava uno della Pornocracy of Liberty… che pessima ripresa…
– È King Bunga! Guarda! È King Bunga! Ucci, ucci sento odore d’inciuciuciucci!
– E sembrava proprio King Bunga, Dave, però non capisco cosa si dicano, l’audio è disturbato.

Uomo che sembra King Bunga (Video): «processo [sonoro disturbato]… prosciolto [sonoro disturbato]… Marcel Deutrì [sonoro disturbato]… evitiamo la condanna [sonoro disturbato]… in cambio noi… [sonoro disturbato]… The Professor resta campione.»  

– Oh cavolo, Jo, che gli sta proponendo? Ci sono di mezzo i processi che riguardano King Bunga e il suo braccio destro, Marcel Deutrì?
– Dave io penso sia tutta fuffa, questa è l’Era della Sobrietà non dimentichiamocelo! Vogliono tirare un po’ di fango addosso alla Federazione, secondo me.

The Professor (Video): «comprendo la natura e la validità della vostra proposta [sonoro disturbato]… penso non sia irragionevole [sonoro disturbato]… ma ritengo doveroso ascoltare in proposito il parere… [sonoro disturbato]»

– E questo chi è?
– Non lo so, Jo, sentiamo che dice…

Uomo ripreso di spalle (Video): «Esprimo vivo e vibrante interesse [sonoro disturbato]… è importante mantenere la coesione [L’audio è incomprensibile, le immagini si fanno confuse, infine il video si interrompe bruscamente. Le telecamere si soffermano sul pubblico. Panoramica di volti ammutoliti e stupefatti]»

– Oddio!
– Cosa?
– Era lui! Jo, era lui!
– Lui chi? Non si vedeva nulla!
– Jo, ti dico che era lui! Era il General Manager!
– Dave, non dire sciocchezze! Il General Manager è al di sopra di ogni sospetto, lui è il garante della Federazione, l’uomo che permette la coesione a dispetto delle rivalità che animano la MWF!
– E allora chi era? Un sosia? Un impostore? E perché The Professor si trovava lì? Lui è il Campione “tecnico”? Amici e amiche della Montecitorio Wrestling Federation, c’è del marcio in Danimarca!
– Sentiamo cosa dice il Reverendo, a ‘sto punto, Dave.

Reverendo Mike Sanctorum: «Fratelli e sorelle, io vi capisco! Io capisco tutti voi! Capisco te, sorella, che dalla prima fila hai smesso di bere la tua bibita dietetica! E tu, fratello che reggi tuo figlio sulle spalle, io comprendo lo stupore tuo e di tuo figlio! Ma noi dobbiamo pensare a far trionfare giustizia e verità, verità e giustizia, per cui mettiamo da parte lo stupore, per un attimo! Io leggo nei vostri cuori, e leggo quello che ho letto nel mio stesso cuore la prima volta che ho visto il video, insieme a fratello El Travajo e sorella Innocent G. Leggo queste domande: chi è nel video con The Professor, oltre a King Bunga? Perché The Professor era lì? Perché hanno nominato i processi, e hanno nominato il verdetto del Sentence on a Pole Match, “prosciolto”? C’è stata una trattativa segreta tra King Bunga e i vertici della Federazione? [brusii del pubblico]»

– È pazzo! Come si permette? Va immediatamente cacciato a pedate!
– Jo, calmo, ricordati che sei un liberale!
– Liberale un corno, io gli tiro addosso il busto di Friedman che tengo in casa! Queste sono insinuazioni, calunnie… è una vergogna!
– Eppure Jo quel video mostra qualcosa di molto strano, per quel che siamo abituati a vedere nella Federazione.
– Mostra una montagna di cazzate, Dave, solo quello!
– E allora perché The Professor e la sua stable non si fanno vedere? Me lo sai dire, Jo?

Innocent G: «Mike, a questo punto penso si possano lanciare i sondaggi.»

Reverendo Mike Sanctorum: «Mi raccomando, fate sentire la vostra voce in settimana, noi faremo in modo che venga rispettata!»

Innocent G: «Fratelli e sorelle, rispondete alle domande sulla nostra pagina ufficiale: Chi c’è nel video insieme a The Professor? La sentenza di King Bunga va annullata? [il pubblico urla più volte “vogliamo il rematch!”]»

Reverendo Mike Sanctorum: «Vox populi vox Dei! In verità, fratelli e sorelle, voglio vi sia chiara una cosa: noi non pensiamo affatto che il terzo uomo nel video sia il General Manager George Napo, il Sancta Sanctorum nutre massima fiducia in lui. Ma ovviamente terremo conto del vostro voto. [parte la theme song del Reverendo. I tre lottatori salutano il pubblico e si avviano verso il backstage]»

– Mamma mia che inizio di puntata Jo, e chi se lo aspettava?
– Dave, io mi faccio ottomila account falsi per votare i sondaggi e mettere “chissenefrega” a tutti! Basta con questo populismo a buon mercato, questa è l’Era della Sobrietà, l’era del wrestling del fare, e non delle chiacchiere!
– Jo, hai visto anche tu i due video, qui non si tratta di chiacchiere!
– Io vorrei sapere piuttosto chi ha spedito la busta al Reverendo!

[La telecamera stacca. Ora siamo nell’ufficio del General Manager, George Napo. È in piedi, e sta guardando imperturbabile il televisore che trasmette lo show.]

General Manager: «È un complotto?…»

Advertisements

One Response to Montecitorio Wrestling Federation /6

  1. Pingback: Montecitorio Wrestling Federation /7 « Scrittori precari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: