Filmare dal basso

I ragazzi di TodoModo li conosco ormai da anni, ho apprezzato i loro lavori (soprattutto il documentario su Piero Ciampi), e per questo rilancio con entusiasmo questa loro nuova iniziativa “dal basso”: la realizzazione di Bimba col pugno chiuso, che sarà in lavorazione fino al primo febbraio 2012. Il documentario verrà finanziato attraverso l’acquisto di quote, per un valore minimo di 10 euro, in cambio delle quali si riceverà, nel maggio 2012, il DVD che avremo così contribuito a produrre. Leggi il resto dell’articolo

Un passo dietro l’altro

Il trailer del documentario Un passo dietro l’altro di Gianni Tetti, autore de I cani là fuori (NEO)

C’erano dei ragazzi che correvano in un campo sportivo e qualcuno ha pensato di farli correre insieme. Il fatto è che questi ragazzi sono affetti da varie forme di autismo o ritardo mentale, e decidere di farli correre insieme non è la cosa più facile del mondo. Luca, Paolo, Daniele F. e Daniele B., Giuseppe e Maria, Mario, Massimiliano e Fabrizio, sono loro i protagonisti di Un passo dietro l’altro. Ed è un passo dietro l’altro che questi ragazzi di Porto Torres e Sennori, dai 20 ai 50 anni, si preparano per le gare anche se non è solo correre, dice Massimo uno degli accompagnatori, è anche farci vedere dalla gente tutti insieme, dice Massimo. Un passo dietro l’altro racconta le paure e le speranza di un gruppo di persone che lottano per migliorare, anche se di poco, la loro vita. Fanno insomma quello che dovrebbero fare tutti: crescono, come sono cresciuti i loro genitori, che raccontano sofferenze e soddisfazioni di una vita certamente non comune, come sono cresciuti i loro accompagnatori, che ormai sono degli amici con cui condividere tutto. La storia parte da quel campo sportivo dove tutto è iniziato e, tra risate quotidiane e realtà dure da affrontare, arriva fino alla gara più importante dell’anno, la gara a Siracusa, dove non ci sono i genitori né le abitudini tanto care ad un ragazzo autistico, dove tutto è nuovo, anche perché prima di arrivarci si deve prendere l’aereo e volare, dove ci si può anche innamorare, dove alla fine c’è sempre il traguardo che un passo dietro l’altro, prima o poi, arriva.

Contatti per proiezioni: giannitetti chiocchiola alice punto it