Ne ferisce più la spada?

di Luca Rinarelli

L’informazione che mi hanno dato è che devo passare all’orario di chiusura.
Piove a dirotto e uscire dal tram pare un atto eroico. Quando si aprono le porte a fisarmonica, scendiamo in tanti. Il cappello a tesa larga e il trench del medesimo tessuto idrorepellente sono ingrado di salvarmi dal muro d’acqua che mi cade addosso.
Bell’aprile di merda. Normale che a Torino piova tanto, in aprile.
Ma quest’anno è stato un mese insopportabile.
Mi butto di corsa sotto i portici di via Cernaia. Esseri umani che si intralciano il cammino a vicenda.
Con i palmi delle mani sciacquo via l’eccesso d’acqua dalle pieghe dell’impermeabile. Vedo l’insegna. Sì, il posto è quello. Alla mia destra, l’imponente caserma dei carabinieri svetta nel suo giallo ocra bagnato. Leggi il resto dell’articolo

Annunci