L’amore supera ogni ostacolo

Pubblichiamo un racconto inedito di Niccolò Agrimi, autore della raccolta Sgualciti dalla vita (Stilo Editrice, 2012), dove si narrano storie di anonimi, reietti, amanti delusi, vittime e carnefici con uno stile provocatorio e drammatico, che a tratti lambisce il grottesco.

Tu non leggerai mai questa lettera, ma la scrivo a te come a un destinatario di finzione cui si vuole confessare un segreto, il foglio è come uno specchio di carta a cui raccontarsi.
Ti ho amata. Da sempre. Da quando ti vidi annusare la frutta al mercato, da quando mi parlasti per la prima volta.
Ti ho amata guardandoti negli occhi senza parlare.
Ti ho amata quella notte in cui correvamo sotto la pioggia per non perdere il treno, e ogni mattina quando ti svegliavi calda di sogni e buio.
Ti ho amata quando mi accoglievi dentro di te e anche quando volevi solo essere abbracciata. E via via sempre più abbracciati, sempre meno dentro di te.
Ho continuato ad amarti anche quando tu non c’eri, quando eri con altre persone e io aspettavo pensando a te.
Ti ho amata quando ti ho vista dove non saresti dovuta essere, con chi non saresti dovuta essere. Leggi il resto dell’articolo