Quattro poesie di Sarah Franzosini

new-york

– Andiamo a piedi – hai detto,
– Fino a dove riusciamo, poi prendiamo un taxi -.
Mi hai preso il braccio e i tuoi piedi hanno dato l’attacco.
Che poi è così che funziona.
Tu inizi e io ti seguo.
Un po’ meno imbalsamato di quando mi hai conosciuto.
Le domande che non contano che partono dalla nuca
per finire inghiottite dal nostro Leggi il resto dell’articolo

Annunci